Il cambiamento climatico e dubbi: una ricerca elimina ogni perplessità

Phoresta / News  / Climate Change  / Il cambiamento climatico e dubbi: una ricerca elimina ogni perplessità
riscaldamento globale e dubbi

Il cambiamento climatico e dubbi, ovvero ci sono ancora gli scettici che negano che esista il fenomeno.

Ne abbiamo parlato in un post che riassumeva  una ricerca effettuata sul climate change al titolo, appunto, ‘Climate Change. Evidence e causes’ (Evidenza e cause).

La  ricerca che è stata svolta da due importanti enti specializzati in queste problematiche e cioè la Royal Society e la US National Academy of Science e firmata dai due rispettivi presidenti di questi enti: Sir Paul Nurse e Ralph Cicerone (purtroppo scomparso).

Venti domande su cambiamento climatico e dubbi

Lo schema della ricerca consiste in 20 domande sul Climate Change a cui gli scienziati coinvolti nella ricerca danno delle risposte esaurienti. Risposte che dovrebbero cancellare la relazione tra cambiamento climatico e dubbi.

La prima domanda era: Si sta scaldando il clima? (Is the climate warming?). Ne abbiamo già parlato nel precedente post.

La domanda successiva è: ‘Come fanno gli scienziati a sapere che il recente cambiamento climatico è largamente causato dalle attività umane’?
Gli scienziati sanno che il recente cambiamento climatico è addebitabile all’uomo per via di diversi elementi.

Prima di tutto dalla comprensione della fisica di base.

Poi dal confronto delle osservazioni con i diversi modelli utilizzati e rilevando le tracce dei cambiamenti climatici causati da differenti influenze, umani e naturali.

La CO2

Da tempo gli scienziati sanno che la CO2 è uno dei principali gas effetto serra rilevanti per il bilancio energetico.

Le stesse misurazione dirette della CO2 nell’atmosfera e nell’aria intrappolata nel ghiaccio dimostrano che la CO2 atmosferica è aumentata di circa il 40% dal 1800 al 2012.

Poi misurazioni di diversi tipi di carbonio dimostrano che questo aumento è dovuto alle attività umane.

In più altri gas serra (come metano e protossido di carbonio) sono in aumento anch’essi in relazione alle attività umane. D’altra parte la crescita osservata della temperatura superficiale globale dal 1900 è coerente con calcoli dettagliati degli impatti dell’aumento osservato della CO2 atmosferica sul bilancio energetico della Terra.

Influenze sul clima

Varie influenze sul clima hanno motivazioni diverse sui vari report climatici.

Queste esclusive tracce di mutamento del clima sono più facili da vedere andando oltre un singolo numero (come la temperatura media della superficie terrestre) e guardando invece ai modelli geografici e stagionali del cambiamento climatico. Inoltre i modelli osservati di riscaldamento della superficie e le variazioni di temperatura attraverso l’atmosfera, l’aumento e altri effetti collaterali corrispondono anche ai modelli che gli scienziati si aspettano di vedere a causa dell’aumento del livello di CO2.

I gas serra

I cambiamenti climatici previsti si basano sulla nostra comprensione di come i gas serra intrappolano il calore.

Questa comprensione fondamentale della fisica dei gas serra e le tracce del cambiamento climatico dimostrano che le cause naturali derivanti dal sole non sono sufficienti a spiegare i recenti cambiamenti climatici osservati.

Ci sono poi delle cause naturali che includono variazioni dell’azione del sole, eruzioni vulcaniche e fluttuazioni interne al sistema climatico (come El  Niño e la Niña).

Sono stati anche fatti anche dei calcoli come se agissero solo fattori naturali e quindi non umani.

Ma i risultati che ne derivano non riescono a spiegare i cambiamenti nel clima che si sono verificati. Allora evidentemente ci devono essere state delle altre azioni che non possono essere che quelle dell’uomo.

Cambiento climatico e dubbi? Vogliamo negare tutto ciò? Va bene allora neghiamo l’evidenza, per di più provata.