Come riciclare il materasso: la green economy fa dormire bene

Phoresta / Economia Circolare  / Come riciclare il materasso: la green economy fa dormire bene

Come riciclare il materasso? Dormire bene è fondamentale per la nostra salute. Ma 9 milioni di Italiani soffrono l’insonnia, secondo un sondaggio dell’Eurodap, Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico.  Gli esperti consigliano di cambiare materassi ogni 10 anni per far sì che non si perda la postura corretta durante il sonno. Quello che gli esperti forse non sanno è che possiamo aiutare l’ambiente dormendo. Sogni dite voi? Allora aprite gli occhi e leggete, perché esiste anche il sistema di riciclare il materasso e fare economia circolare.

RetourMatrasse e Auping, due aziende olandesi che producono materassi, nel 2011 lanciano il “Take back system”. Al momento della consegna di un nuovo materasso Auping ritira quello vecchio, qualsiasi sia la marca, e lo consegna a RetourMatrasse che divide e raccoglie i vari componenti. Il metallo è catturato da magneti e destinato al settore siderurgico. L’imbottitura, se composta da lattice, è compressa in balle da 300kg che poi si taglia in diverse forme. Questo nuovo materiale viene impiegato nell’industria come componente di riempimento o come materassi per le palestre. Se invece è di polietere, trova una seconda vita come isolante acustico. Infine il tessuto che riveste i materassi viene introdotto nuovamente nel ciclo di produzione dei materassi ed usato da ditte come Auping per rivestirne di nuovi. 

Le materie prime con cui si produce un materasso provengono dall’estero e spesso devono fare molta strada prima di arrivare a destinazione. Il lattice ad esempio proviene principalmente dalle foreste della Malesia e dello Sri Lanka. Sarebbe molto più comodo e sensato rifornirsi di lattice dai milioni di materassi che affollano le nostre discariche. In Olanda se ne buttano 1,5 milioni all’anno, in Francia e Italia 5. La scelta adottata da RetourMatrasse ed Auping è un bell’esempio di economia circolare. Le stesse ditte affermano che il loro ciclo produttivo emette la metà dei gas serra rispetto ad uno tradizionale ed è possibile riutilizzare il 95% dei vecchi materassi. 

Magari non abbiamo trovato la cura per l’insonnia, ma ora sapete che con piccoli gesti come l’acquisto un materasso, avete un grande potere nelle vostre mani. Informatevi e scegliete. Sogni d’oro!