Creare un bosco: un investimento di grande valore e significato

Phoresta / Creare un bosco: un investimento di grande valore e significato

Le possibilità di investimento sono tante. Ve ne presentiamo una che è soddisfacente sotto vari punti di vista.
Consiste nel creare un bosco. I vantaggi sono numerosi: 

 

Creare un bosco significa creare possibilità di lavoro locale.

Per prima cosa si condivide un programma di lavoro con i collaboratori poi si individua il luogo dove in cui creare il bosco. Phoresta è in grado di prestare il proprio aiuto anche in questa fase.  Per le opere di impianto di alberi e arbusti è opportuno coinvolgere imprese locali esperte, conoscitrici del territorio e disponibili per le manutenzioni necessarie. Nei quattro-cinque anni successivi all’ impianto saranno importanti alcune lavorazioni, per esempio gli sfalci, controlli periodici e alcune irrigazioni di soccorso. L’obiettivo primario è la realizzazione del bosco, ma riveste rilevante importanza anche la creazione di opportunità di lavoro per aziende locali, cooperative sociali e lavoratori autonomi.

Un bosco ricrea e difende la biodiversità

La biodiversità è di fondamentale importanza in natura: consiste nella convivenza di numerose e diverse specie animali e vegetali in uno stesso sistema; quello che si crea è un equilibrio che prende il nome di ecosistema.  La biodiversità rientra tra i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals) indicati dalle Nazioni Unite. Se l’area è ben conservata e monitorata per scongiurare ogni tipo di pericolo ne derivano maggiore assorbimento di CO2 e incremento nella produzione di ossigeno. Si generano quindi “crediti di carbonio” che possono essere utilizzati per compensare le vostre emissioni di CO2.  Ogni azienda ne produce, in quantità variabile a seconda del settore e dei cicli produttivi.

Un numero elevato di crediti può anche consentire la vendita dei crediti di carbonio sul mercato volontario. Phoresta può assistervi anche in questa operazione che, oltre alle finalità ambientali, consente un ritorno economico.

Aiuterete lo stato italiano a rispettare gli impegni internazionali

Ogni Stato è tenuto a rispettare gli obiettivi condivisi nelle linee del protocollo di Kyoto. Ogni anno gli Stati firmatari si riuniscono alle varie COP (Conferenze delle Parti) dove si fissano nuovi obiettivi per contrastare il cambiamento climatico. Phoresta offre alle aziende italiane l’opportunità di assumere il ruolo di co-promotrici di progetto nello sviluppo ambientale: l’Impresa e Phoresta realizzano il progetto di realizzazione di un bosco, in cui vengono coinvolti agronomi ed altri professionisti così da individuare e sviluppare le fasi fin qui descritte.

La comunicazione. Perché il mondo deve sapere e imparare.

Il progetto di comunicazione è realizzato dai professionisti che collaborano o fanno parte di Phoresta.  La comunicazione riveste un ruolo chiave  per incoraggiare altre importanti iniziative e per sottolineare i meriti delle aziende promotrici e coinvolte.  Si configura come una intelligente azione di marketing per le aziende coinvolte, che acquisiscono grazie a questo interesse una più evidente connotazione di ‘amiche dell’ambiente’.

Un bosco per la comunità.

Nello spazio di pochi  anni il bosco potrà essere aperto al pubblico e alle scuole, con evidenti finalità didattiche e divulgative. Nei pressi delle città congestionate da traffico si crea così un ambiente sano, visitabile e utilizzabile, da cui sarà possibile trarre innumerevoli benefici.

La location, ovvero la scelta del terreno.

Il terreno su cui realizzare l’impianto deve ricoprire una superficie non inferiore ai due ettari (20.000 mq). Potrà essere costituito da un unico corpo oppure da particelle catastali confinanti. Il terreno può essere di proprietà, ma anche tramite aste giudiziarie che normalmente fissano prezzi molto contenuti, talvolta fino ad un euro per metro quadrato, quindi all’ incirca diecimila euro per ettaro. La disponibilità del terreno può inoltre essere richiesta ad Enti pubblici detentori della proprietà e che ne hanno decretato l’intangibilità; possono offrire questa opportunità i Comuni che hanno aderito al Patto dei Sindaci.

 

Come si finanzia

La realizzazione del bosco può essere finanziata congiuntamente con fondi propri dei promotori e dei partner, attraverso donazioni specifiche, con lo strumento del 5 per mille, attivando apposita campagna di crowdfunding e mediante la collocazione dei crediti di carbonio generati dal bosco. Il finanziamento potrà avvenire anche attraverso l’assegnazione di crediti di carbonio ai fornitori e ricercando sponsor tecnici. Il finanziamento in denaro avverrà con modalità che  massimizzano il risparmio fiscale dei donors: conseguentemente aumentano le risorse disponibili per il progetto. Va prevista l’anticipazione dei costi da parte dei promotori e dei partners con successivo rimborso attraverso la raccolta fondi realizzata con il crowdfunding e con la collocazione dei crediti di carbonio nel mercato volontario, operazione che verrà curata da Phoresta Onlus.

 

Qualche numero

I costi monetari sono stimabili in euro 40.000  erogabili nel corso dei primi quattro anni della realizzazione del bosco. E’ escluso l’eventuale acquisto del terreno. Un bosco di due ettari realizzato per ricreare la biodiversità e favorire  il servizio ecosistemico del sequestro del carbonio è costituito da circa 2000 alberi e altrettanti arbusti. Permette di generare 40 crediti di carbonio in media ogni anno, equivalenti a 40 tonnellate di CO2 assorbite dal bosco. Considerando solo i primi sessanta anni dall’impianto si possono generare almeno 2.400 crediti di carbonio collocabili nel mercato volontario al prezzo unitario di circa 30 euro.

Un esempio concreto già realizzato

A meno di dieci chilometri da Bologna Phoresta Onlus ha realizzato un nuovo bosco con le caratteristiche e le funzioni fin qui descritte: si estende in un’area in proprietà di 17 ettari in cui ad oggi sono state poste a dimora oltre mille piante.


Ti piace il progetto e vorresti collaborare con Phoresta alla creazione di un bosco?


Qui puoi scaricare la brochure
del progetto in versione pdf