Un’accetta rossa per non accettare il riscaldamento globale

Phoresta / 2019  / Un’accetta rossa per non accettare il riscaldamento globale

Lettura 1 min

Come sensibilizzare con efficacia i cittadini su temi importanti e cruciali come – per l’appunto  – il riscaldamento climatico? Secondo noi una comunicazione anonima e puramente informativa non basta più.

Diciamo la verità: chi la sera – magari dopo una giornata di lavoro – guarda volentieri i soliti documentari piatti e vagamente iettatori in cui si vedono ciminiere, pellicani morti e barattoli sulle spiagge? In realtà sono molto più funzionali meccanismi diversi come, ad esempio, degli elementi inaspettati che colpiscono il lettore o lo spettatore. Nella moderna comunicazione questi elementi si chiamano attention getter e cioè catturatori di attenzione. Spesso queste immagini sono estranee al settore e questo le rende più curiose perché inattese. Un buon esempio di attention getter è stata l’iniziativa del municipio di Parma che ha fatto apporre un’accetta rossa sul muro del palazzo municipale in piazza Garibaldi. Il titolo di questa singolare iniziativa è Axcept Global Warming che gioca sul doppio significato di accetta. E cioè decodificando: dai un colpo di accetta al riscaldamento globale cioè non accettarlo. Infatti come abbiamo spesso sostenuto sulla nostra newsletter tutti i cittadini possono fare qualcosa per limitare questo fenomeno che tanti guai ci sta arrecando. Del resto – come ha sottolineato l’assessore alla Cultura del Comune di Parma Michele Guerra – sul tema della sostenibilità Parma ha già istituito un modello di collaborazione pubblico-privato. Gli autori dell’iniziativa – che sarà visibile fino a fine ottobre – sono l’artista Max Huger (Massimiliano Ughetti) – come ideatore – e l’ingegnere Andrea Maggiorelli che ha seguito i lavori installazione. Riuscirà questa iniziativa a dare un bel colpo (d’accetta) al Climate Change? Insieme a tante altre iniziative e adeguati provvedimenti forse sì.