Un seminario sui crediti di carbonio forestali in Italia.Prospettive e obiettivi.

Phoresta / 2019  / Un seminario sui crediti di carbonio forestali in Italia.Prospettive e obiettivi.

lettura 2 min

Che cos’è il mercato dei crediti di carbonio forestali in Italia? Ne abbiamo parlato varie volte anche recentemente allorché (Phorestanews n 53) il nostro presidente ha parlato della compensazione. Ma una sintetica definizione vale forse la pena di ripeterla (repetita iuvant). Allora: è quel mercato che riguarda e dovrebbe regolare le transazioni di crediti di carbonio provenienti da progetti agro-forestali, effettuate in Italia o da organizzazioni italiane all’estero.

E’ stato rilevato che si tratta di un importante strumento di lotta al cambiamento climatico e anche un’opportunità per l’intero settore forestale. Sull’argomento si ricorda un importante Report intitolato ‘Stato del rapporto forestale del carbonio in Italia’ risalente al 2014’. Più recentemente però – e cioè il 18 dicembre del 2018 – si è tenuto a Roma nella sede del CREA (ndr – Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi della economia agraria) il seminario ‘Il mercato dei Crediti di Carbonio forestali: uno strumento di lotta al cambiamento climatico e un’opportunità per il settore forestale’. Il seminario è stato aperto dai saluti di Enrico Pompei, dirigente della Direzione Foreste (DIFOR) del Ministero delle politiche agricole, alimentari, Forestali e del turismo. Sono poi seguite altre importanti relazioni tra le quali quella di Claudia Carpino mentre Raul Romano ha ribadito la necessità di fare chiarezza in un settore sprovvisto al momento di linee guida istituzionali. La seconda parte del seminario era invece incentrata su una tavola rotonda moderata dal prof Paolo Pettenella. Diversi gli spunti interessanti emersi. Come l’importanza della formazione nelle aziende che vogliono intraprendere un percorso di riduzione delle emissioni, la creazione di linee guida istituzionali con un marchio per il riconoscimento della qualità dei progetti e anche la defiscalizzazione come alternativa all’acquisto di crediti di carbone forestali. Come si vede le proposte e i progetti sono tanti e ambiziosi. Vi terremo al corrente degli sviluppi futuri, man mano che si concretizzeranno.