A Carpi per cambiare il mondo. In meglio.

Phoresta / 2018  / A Carpi per cambiare il mondo. In meglio.

E’ in programma proprio oggi martedì 20 novembre a Carpi l’importante conferenza ‘Cambiamento climatico. La città e il suo verde. L’uso consapevole del territorio’. Ne parliamo in questo numero di Phorestanews anche per consentire a chi è interessato a venirci, magari vivendo in zona. Ecco allora una succinta presentazione del programma. I lavori saranno preceduti da una breve introduzione dal titolo ‘Chi è Phoresta, di cosa si occupa’ da parte del nostro presidente Carlo Manicardi. Manicardi spiegherà il suo ruolo in particolare il fatto che fa parte della commissione ambiente ed economia circolare di Reggio Emilia. Poi ricorderà che Phoresta è stata fondata nel 2012 da diversi professionisti di varie discipline. Phoresta si occupa di Climate Change e di Economia circolare mettendo in piedi azioni anche pratiche oltre a far conoscere tutte le novità più rilevanti che si verificano in questi ambiti. Organo di Phoresta è Phorestanews che state leggendo. Viene spedita ogni 20 giorni a circa 24.000 nominativi di persone interessate alle tematiche ambientali. Un forte impegno di Phoresta è il calcolo di emissioni di CO2 da parte di qualunque attività. Il calcolo viene effettuato gratuitamente per tutti i richiedenti grazie a un apposito algoritmo. Manicardi ricorderà che le emissioni possono essere compensate in due modi: o aderendo ai nostri progetti di piantumazione oppure al nostro progetto Ossigeno. Ma Phoresta non ha fatto solo questo. Ha realizzato eventi, convegni sul climate change, la compensazione e l’economia circolare con diversi enti: a Milano, Ravenna, Reggio Emilia e così via. Poi Manicardi ringrazierà la lista Carpi Futura e in particolare Gigliola Pivetti e l’economista Francesco Fantuzzi.

Seguiranno poi altre tre parti che affronteranno temi più specifici. La prima (Ciclo del Carbonio, Climate Change) si occuperà del fatto che l’uso di fossil fuel determina enormi emissioni di gas effetto serra. Questo fa riscaldare il nostro pianeta. Nella seconda parte si parlerà di alberi e servizi ecosistemici. Gli alberi sono la soluzione a molti dei problemi del climate change perché trattengono il carbonio e producono ossigeno. Purtroppo avvengono continue deforestazioni. Nella terza e ultima parte vengono illustrati due esempi pratici di come Phoresta ha creato delle soluzioni concrete ai problemi dell’inquinamento da emissioni di CO2. Sono: il bosco di Bologna creato direttamente da Phoresta con la sapiente direzione di Guido Barbieri e l’istituzione di Progetto Ossigeno per la valorizzazione dei servizi ecosistemici (accordo per il Parco del Treja). In sostanza: paghiamo chi gestisce i progetti di nuova forestazione o ecosistemici circa 6 euro per ogni tonnellata di CO2 che emettiamo. Nelle conclusioni Manicardi preannuncia le relazioni di Guido Barbieri, agronomo e cofondatore di Phoresta e Francesco Fantuzzi economista ambientale e ricorda che ogni azione buona o cattiva che compiamo ha un effetto diretto sul funzionamento del pianeta Terra e quindi sulla nostra vita. Intervenite allora all’incontro che si terrà oggi, martedì 20 novembre alle ore 20,30 presso l’auditorium Carlo Rustichelli in via San Rocco 6, a Carpi (Modena). Perché più saremo, meglio faremo. Per l’ambiente, per noi stessi.