Presentazione di Phoresta alla mostra di Pina Inferrera

Phoresta / 2018  / Presentazione di Phoresta alla mostra di Pina Inferrera

Domenica  27 maggio – in occasione di The Blank ArtDate –  si è tenuta a Bergamo presso viamoronisedici/spazio arte una conferenza e dibattito di Phoresta Onlus su temi ambientali, sulle problematiche del clima e sui progetti per un’economia circolare. Relatore della conferenza è stato il nostro presidente, Carlo Manicardi. Durante la presentazione – che ha previsto l’uso di slide – è stato ricordato che Phoresta.org è un’associazione fondata da professionisti di diverse discipline fondata nel 2012 per affrontare il climate change e i conseguenti cambi di azioni e scelte dei cittadini e imprese attraverso l’attività benefica dei boschi e delle foreste.  A questo proposito Phoresta progetta e realizza eventi,  convegni e incontri sul Climate Change e sull’economia circolare. Basicamente le aree di intervento sono due: il progetti di Piantumazione (come il bosco di Bologna) e i progetti ecosistemici (come il parco regionale Valle del Treja e la Reserva Pampa del Yacuma, in Bolivia). E’ stato anche spiegato che gli alberi sono gli unici esseri  viventi che producono ossigeno e trasformano la luce del sole in materia organica, legno, fogli e fiori. Gli ecosistemi invece generano l’insieme dei beni e servizi che utilizziamo per vivere.  E’ stato anche ricordato che l’aumento della temperatura globale del pianeta altera e modifica il ciclo del carbonio. In più: di tutto il carbonio emesso il  40% resta in atmosfera (circa 100 anni) mentre il 60% è assorbito dagli oceani e dalla Terra. In definitiva più la temperatura media sulla Terra aumenta più il permafrost (NDR – Il suolo nei climi freddi delle alte latitudini, perennemente gelato in profondità) rilascia CO2 e CH4 (metano). Manicardi ha poi chiarito che più CO2 e CH4 portano alla stabilizzazione della temperatura più alta. In una slide conclusiva si è ribadito che occorre agire tenendo presente che siamo 500 milioni di cittadini europei: ognuno deve fare la sua parte. In conclusione sono stati elencati 4 semplici (ma utili) azioni che chiunque può svolgere. Dal cambiare la caldaia con un modello che usi meno gas all’efficientamento energetico, al preferire cibo e prodotti da filiere corte fino al calcolare le proprie emissioni di CO2. In ognuna di queste azioni quotidiane Phoresta può dare appoggio e consigli utili. Cornice dell’incontro è stata la mostra fotografica ‘Natura Altera’ dell’artista Pina Inferrera. Il tema arte del resto ben si lega con la difesa dell’ambiente e del patrimonio naturale.